Intervista a P.Fabretti - Sunday Million e obiettivi

ept-thumb-promo.jpg
Ciao Pier Paolo, come sta andando il tuo grinding on line su PokerStars.it? Ti abbiamo visto attivo in questi ultimi mesi...

Ciao Andrea, procede tutto per il meglio, dopo aver chiuso lo scorso anno con il raggiungimento del traguardo di Supernova Elite, uno degli obiettivi di quest'anno è di riconfermarlo al più presto. In quest'ottica sono ripartito molto forte con il grinding, con l'introduzione del cash mi sono spostato ai tavoli 6max sopratutto al no limit 200, ma gioco anche tutti gli altri livelli fino al 10/20, che mi assicurano un' azione costante e gioco dai 12 fino ai 24 tavoli contemporaneamente. Ad oggi ho giocato oltre 300.000 mani e sono a circa 250.000 vpp, quindi assolutamente in media.

R Manuel Kovsca DSC_8019.jpg

Ti vediamo spesso impegnato anche nei tornei più importanti del palinsesto messo in piedi dalle teste pensanti della Room. Noti delle grosse differenze tra come vengono giocati il cash game e gli MTT?

Nonostante il grande impegno sul fronte del cash game, gli mtt rimangono la mia grande passione quindi cerco di essere sempre presente anche se non è facilissimo mixare le due discipline sopratutto quando si hanno tanti tavoli. Certamente ci sono moltissime differenze tra le due specialità a livello di approccio sia tecnico che psicologico. Nel cash game ogni mano è unica, in ogni momento della partita possiamo decidere di comprare ulteriori chips per rafforzare il nostro stack, la sessione dura il tempo che noi decidiamo e soprattutto non aumentano i bui e si gioca mediamente con molti più bui davanti; tutto ciò non vale nel torneo multi tavolo, nel quale con il costante aumento dei bui bisogna modificare la propria strategia e la propria selezione delle mani, e dove chiaramente non si può ricomprare le chips né alzarsi se si è stanchi o in tilt. Sono talmente differenti che non è facile trovare giocatori che siano al top in entrambe le specialità. Chiaramente molti giocatori non fanno subito proprie tutte queste differenze ed è possibile quindi incorrere in tanti errori. Sono comunque, a mio parere, tutte e due discipline dove specializzandosi e studiando molto si può avere davvero molto margine.

Tutti, chi per un verso, chi per un altro, si stanno preparando all'evento più importante della stagione online, quel Sunday Million in programma il primo aprile su PokerStars.it . Dal punto di vista organizzativo come vedi i preparativi di Pokerstars?

Giocherai il Sunday Million? Credi che adotterai una tattica particolare?

Certamente il sunday million è l'evento pokeristico dell'anno e non ti nascondo che sono io stesso molto emozionato al pensiero di poterlo finalmente giocare qui su pokerstars.it. Direi che c'è in atto un grandissimo sforzo da parte di tutta pokerstars per veicolare tale evento, e sono davvero fiducioso che il garantito venga superato. Non credo che nessuno che giochi a poker in Italia possa perdere un torneo del genere, un torneo con un montepremi mai visto nel nostro paese, con una struttura fantastica e soprattutto con un fascino incredibile!

Sicuramente si! E come ti ho detto prima sono molto impaziente all'idea! Non ho in mente una tattica in particolare, anche perché in un torneo del genere con una struttura molto profonda e che dura addirittura tre giorni è necessario essere molto flessibili ed essere pronti ad adattarsi quando necessario; certamente però adotterò uno stile aggressivo e spregiudicato, e il mio obiettivo, come in tutti i tornei ed in questo in particolare, sarà quello di arrivare fino in fondo, e sono convinto che questo sia l'approccio mentale giusto.


A breve parte anche l'EPT di Campione. Quali aspettative ha un giocatore come Pier Paolo Fabretti?

Si, la prossima settimana ci sarà un altro grandissimo evento del panorama pokeristico italiano ma anche internazionale ovvero l'EPT di Campione, e devo dire che avere una seconda tappa dell' European Poker Tour, dopo quella di Sanremo, in Italia è motivo di grande soddisfazione e in qualche modo anche la dimostrazione di quanto di buono si sta facendo nel nostro paese a livello di tutto il movimento. Le mie aspettative sono tante e la voglia di fare bene anche, l'affermazione in un torneo live internazionale è un qualcosa che ancora sto inseguendo e farlo nell'ept di casa sarebbe un sogno; come detto prima in tutti i tornei il mio unico obiettivo è sempre quello di arrivare primo e Campione non farà di certo eccezione, poi chiaramente si prende quello che viene:-) che dire? speriamo vada tutto per il verso giusto!

Tre anni di Pokerstars.it e tu sei uno dei portacolori di questa splendida squadra. Cosa si prova ad essere il rappresentante della room della Picca?

Essere parte di questo team e aver contribuito al grandissimo successo che PokerStars.it ha costruito in questi tre anni è per me motivo di grandissimo orgoglio, un qualcosa di cui vado davvero molto fiero. ma allo stesso tempo per me non è mai stato un punto di arrivo ma bensì un punto di partenza, uno stimolo a fare sempre di più e meglio per ricambiare la fiducia accordatami, un impegno costante ad essere un esempio non solo al tavolo ma anche fuori, sperando di esserci riuscito.


Qual è il rapporto con gli altri giocatori del team?
Hai legato con qualcuno di loro in particolare?

Il mio rapporto con gli altri giocatori del team è ottimo, con alcuni di loro ci conosciamo da tempo, con altri i rapporti si sono consolidati nel tempo, ma alla fine direi che abbiamo costituito un gruppo molto affiatato! con Simone Ruggeri ed Antonio Tarantino (anche se ora ha preso altre strade) abitiamo vicino ed abbiamo legato moltissimo creando un bellissimo rapporto di amicizia anche aldilà del poker!

Dopo Campione quali sono i tuoi progetti per il futuro? Miri a continuare nella tua attività attuale o hai qualche sogno diverso nel cassetto?

Il poker è e rimarrà sempre la mia grande passione, una passione divenuta lavoro, il che, me ne rendo conto giorno dopo giorno, è un grandissimo privilegio. Quindi il mio impegno in questo senso sarà sempre massimo, come ti ho detto il prossimo obiettivo online è continuare a fare bene e confermare al più presto lo status di supernova elite, live terminare la stagione dell'Italian Poker Tour e portare avanti tutti le altre iniziative per promuovere questo splendido gioco. Sicuramente nello stesso tempo sto lavorando per rendere reali tanti altri miei progetti extra poker sperando che vada tutto per il meglio!

Grazie Pier..in bocca al lupo per tutto

Crepi! Un saluto a tutti i lettori e giocatori di PokerStars.it.